Missaglia-Monticello:

studenti di 1░media protagonisti del nostro campo base di Protezione Civile

 

"La scuola scende in...campo" Ŕ il titolo dell'esercitazione, di Protezione Civile, che ha visto coinvolti, da venerdý pomeriggio alla tarda mattinata di sabato, ottantotto ragazzi di prima media dei plessi di Missaglia e Monticello. 

Foto di gruppo per gli studenti con i nostri volontari 

All'evento organizzato dalla nostra Associazione, grazie alla grande disponibilitÓ del dirigente scolastico del comprensivo missagliese, Dario Crippa, hanno partecipato anche il gruppo di Protezione Civile di Opera e i soccorritori della Croce Bianca di Merate. I ragazzi sono stati protagonisti assoluti di una formidabile esperienza educativa, attraverso esercitazioni pratico-teoriche di come si organizza un campo di emergenza, per comprendere come affrontare situazioni a rischio adottando comportamenti di massima sicurezza, il tutto condito dall'emozione di passare una notte a scuola con i propri compagni di classe.

Le targhe di ringraziamento consegnate al dirigente scolastico Dario Crippa e al sindaco Bruno Crippa

Tutto Ŕ iniziato con l'arrivo al campo degli alunni, che sono stati registrati e divisi in squadre ricevendo, da custodire con cura, il badge di riconoscimento i buoni pasto e il numero del posto letto a cui erano stati assegnati. I ragazzi, collocati i loro zaini in magazzino, si sono trasferiti nel piazzale per collaborare al montaggio del campo con l'installazione delle due grandi tende pneumatiche e di quella rescue che fungeva da posto comando delle operazioni. Hanno poi visionato la potente torre faro e le altre attrezzature in dotazione ai volontari. Dopo cena gli studenti si sono alternati tra la lezione in aula sul rischio idrogeologico e la spiegazione sulle funzioni delle attrezzature presenti sull'ambulanza e le manovre di primo soccorso. 

La targa conferita al professor Carlo Simone e ai volontari di Opera

A seguire, nell'atrio della scuola, gli studenti hanno assistito alle modalitÓ di soccorso praticato dai volontari della Croce Bianca e Protezione Civile al dirigente scolastico e ad una volontaria che si erano prestati come cavie per la simulazione di un incidente. Terminata la prova e giunta l'ora del meritato riposo, gli alunni di sono infilati nei loro sacchi a pelo e al risveglio, la mattina di sabato, hanno sistemato ill proprio posto letto per poi accedere in mensa per la colazione. 

Riportatisi sul piazzale hanno visto l'arrivo dei volontari della Protezione Civile di Opera, con cui il Gruppo casatese Ŕ in contatto da anni, che in due momenti diversi hanno fatto provare loro, l'utilizzo delle manichette e l'emozione, indossando casco e giubbotti ignifughi di spegnere, assistiti da un volontario, con un forte getto d'acqua le fiamme che fuoriuscivano da una vasca. 

A far visita al campo anche i sindaci di Monticello Luca Rigamonti e di Missaglia Bruno Crippa, con l'assessore ai servizi sociali Laura Pozzi. Terminate le prove tutti si sono radunati per ricevere i meritati attestati di giovani volontari, mentre targhe ricordo dell'evento sono state consegnate agli amministratori comunali, al dirigente Crippa, al professor Carlo Simone e ai volontari delle associazioni intervenute. 

Soddisfatto dell'esperienza anche il nostro presidente Giuseppe Sala, che vuole ringraziare quanti hanno partecipato all'evento e i propri volontari che si sono prodigati senza risparmiarsi nella due giorni dell'esercitazione che ha arricchito tutti. Il nostro segretario Marco Pellegrini ricorda che Ŕ ancora possibile iscriversi al Corso base che inizierÓ l'11 ottobre e contribuire alla sottoscrizione a favore dei Comuni terremotati.